Valchiavenna: la sagra dei crotti

images

Buon cibo, ottimo vino, una location suggestiva e condivisione all’insegna della cultura locale dell crotto; tutto questo e non solo è la sagra dei crotti che ha luogo tutti gli anni in Valchiavenna. Si tratta di un appuntamento annuale attesissimo da tutti gli abitanti di queste morbide valli e dintorni che, al motto di ” andèm a cròt”, si riuniscono in una atmosfera di festa per mangiare, bere e cantare insieme.

Dal 1956,  nei primi due weekend di settembre, la valle si colora e si popola di appassionati e curiosi che accorrono all’evento folcloristico per scoprire e vivere un po della tradizione del crotto per poterla preservare e tramandare alle generazioni future. Ma se pensate di trovare solo bresaola e vino, vi sbagliate di grosso! Lo scopo principale dell’evento infatti, è proprio quello di “riunire” attraverso percorsi del gusto che incrociano la tradizione del luogo dove “Si vende vino buono e si tiene scola de umanità”. In questa occasione, tutti i crotti, vere e proprie grotte ventilate ideali per la conservazione del vino e dei salumi, aprono per accogliere tutti i partecipanti e offrire loro le proprie specialità.

Il crotto

L’elemento che permette di distinguere il crotto da una comune cantina è il “sorel” ( ventilare in dialetto) una fessura naturale tra le rocce della grotta , che permette il  passaggio d’aria fondamentale per rendere il crotto fresco d’estate e tiepido d’inverno ad una temperatura costante. Sorto dai macigni precipitati dai fianchi delle montagne in seguito alle frane post-glaciali, i crotti hanno la funzione di cantine naturali all’interno, mentre all’esterno, tavoli e panche rustiche creano l’ambiente ideale per ritrovarsi e stare insieme tra prati, rocce e chiacchiere il tutto accompagnato dai tipici sapori locali.

sagra-dei-crottiIn Valchiavenna sono più di ottanta le tipiche costruzioni del crotto composte da una saletta e da un camino alcune delle quali già antichissime! Come i crotti del comune di Pratogiano, già esistenti nei primi anni del 1200, o come il famoso crotto Giovanantoni di San Giovanni a Chiavenna che esprime l’autentica vita del crotto dal 1700.

L’evento, organizzato dal Comitato Sagra dei Crotti, il comune di Chiavenna e dal Consorzio Turistico Valchiavenna, coinvolge non solo i crotti più famosi e convenzionati come il Crotto dei Leoni o il Crotto Croset, ma anche i privati; tutti con sotto il vige obbligo di esporre al pubblico la provenienza geografica dei prodotti e indicazioni sui vari produttori.

Dalle 10:30 del mattino alle 24:00 e il sabato fino alle 2:00, la sagra dei crotti accoglie i propri ospiti con mostre, mercatini, intrattenimento per bambini, musica, danze e tanti sapori unici per condividere, insieme, il vero spirito della Valchiavenna e della sua tradizione. Un vero appuntamento da non perdere per gli amanti delle cose buone e del vino artigianale aperto a tutti!

The following two tabs change content below.
Valentina Andrello

Valentina Andrello

Laureata in lingue e culture moderne per il turismo, amante dell'India, della fotografia e della musica in vinile. Solare e determinata ha iniziato a investire la sua ,da sempre, passione per la scrittura di viaggio, nella figura di travel blogger.
Valentina Andrello

Ultimi post di Valentina Andrello (vedi tutti)

Comments are closed.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.