Iter Vitis: visitando la Valtellina col calice in mano

Vino: nettare degli dei. Noè ne piantò la prima vigna 3000 anni fa, Gesù Cristo lo rese suo sangue, i romani l’attribuirono a Dioniso. Baudelaire, in un suo celebre saggio, sentenziò che non la droga bensì il vino era per lui l’unico “paradiso artificiale” degno di elevare l’uomo all’infinito; ed il suo elogio in onore di questa “poesia della terra”, come ebbe a dire Mario Soldati alcuni anni dopo, fu così forte e sentito al punto tale da mettere in guardia il lettore da chi non ha mai fatto uso di questa bevanda: “Chi beve solo acqua, ha un segreto da nascondere” scrisse più tardi l’autore nei suoi fleurs …

Continua Lettura »

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.