Sulle orme di Heidi: itinerario fiabesco tra le montagne svizzere

Montagne Heidi

 

Heidi è un personaggio che, bene o male, tutti noi conosciamo. In Italia ha acquisito la sua massima notorietà a partire dalla fine degli anni settanta quando è stato trasmesso il celebre anime giapponese, la cui sigla italiana era cantata da Elisabetta Viviani. Nel corso degli anni, sia in periodi precedenti e sia in periodi successivi, questo personaggio è stato riproposto sul grande e sul piccolo schermo a più riprese, sotto forma di film, sceneggiati, serie televisive di ogni genere, ma dove ha avuto origine questa storia che oggi ormai è conosciuta da bambini ed adulti di tutto il mondo?

“Al piede d’una fila di monti dalle cime frastagliate che guardano minacciose giù verso la valle dell’Alto Reno, c’è un paese come in Svizzera ce ne sono tanti: con la chiesa dal campanile a punta e la scuola, il mulino, il fabbro e il calzolaio. Quando il treno si ferma alla piccola stazione, il capotreno grida: «Maienfeld!». Da Maienfeld se ne va, serpeggiando per i verdi pendii, un sentiero che sale fino a una baita solitaria poco sotto le nude rocce della vetta più alta.”

Con queste parole, nel 1880, la scrittrice svizzera Johanna Spyri, ha iniziato a descrivere il paese dove ha ambientato le avventure di Heidi, protagonista del romanzo che l’ha resa celebre.

Hai mai letto il libro di Heidi di Johanna Spyri?
Acquistalo ora su Amazon sia cartaceo che eBook a soli 2.99€!


Acquista ora il libro di Johanna Spyri in copertina flessibile o versione eBook, immergiti nelle sue parole e nei Monti di Heidi, la bambina più famosa del mondo. Acquistalo ora e ricevilo a casa tua in 1 GIORNO!

Acquistalo Ora a 2.99€

Maienfeld

copertina romanzo HeidiMaienfeld è un comune svizzero di circa duemilacinquecento abitanti, situato Cantone dei Grigioni. Confina con il Principato del Liechtenstein, con l’Austria e con il Cantone San Gallo, ed è famoso proprio per il suo legame con la celebre pastorella, infatti in questo piccolo borgo tutto ruota attorno a lei. Qui i visitatori possono ripercorrere tutta la sua storia e tutti i luoghi descritti dettagliatamente nei romanzi, anche attraverso l’ausilio di figuranti sparsi per il paese che impersonano i personaggi del racconto.

Scesi dalla stazione ferroviaria, luogo dove Heidi stessa è giunta per la prima volta in paese dopo la morte dei genitori per essere affidata al nonno paterno, in pochi minuti di cammino si giunge all’Heidishop, ufficio turistico del paese sito sulla Bahnhofstrasse, luogo dove ha inizio il percorso di Heidiland. Qui, è possibile ottenere tutte le informazioni necessarie per dare inizio al proprio itinerario fiabesco ed acquistare gadget ed oggetti tematici.

La casa e i monti di Heidi

Camminando per circa un’ora, seguendo le apposite indicazioni e facendo sosta nei prati circostanti, dove i bambini possono giocare ed ammirare scorci di natura incontaminata, si giunge alla casa di Heidi, rustico in muratura del 1880, visitabile per intero. È possibile anche raggiungerla in automobile in un tempo molto più breve.

Questo è il luogo dove, secondo il romanzo, la giovane ragazzina viveva con il nonno e attorno al quale si sono svolte buona parte delle vicende narrate. Per rendere il tutto più reale, i luoghi descritti dalla Spyri sono stati ricreati dettagliatamente ed a misura d’uomo, e di bambino logicamente.

Casa di HeidiAl suo interno è possibile visitare la cantina, il soggiorno dove ci sono rappresentati i personaggi a dimensione reale, la camera da letto ed in tutte le stanze è possibile interagire in prima persona con tutti gli oggetti presenti, simulando tutte le attività che svolgevano i protagonisti della storia.

Nei pressi dalla piccola dimora, è possibile ammirare una fontana costruita appositamente nel 1953 dall’artista Hans Walt-Koller sulla cui cima è rappresentata la stessa Heidi che invita i passanti a dissetarsi. Non distante sono situati anche negozietti tematici e punti ristoro dove è possibile degustare prelibatezze locali.

Gli amanti delle passeggiate in montagna possono inoltre proseguire il percorso fino ad Alphoi, l’alpeggio dove il nonno di Heidi portava a pascolare le capre. Lungo il percorso è possibile degustare ed acquistare direttamente da artigiani ed allevatori locali, formaggi e prodotti caseari di vario genere.

Come raggiungere Heidiland

Per raggiungere Maienfeld, ribatezzato anche Heidiland, è possibile servirsi sia dei mezzi pubblici, e sia dell’automobile. Col treno è consigliabile arrivare a Tirano o Poschiavo col Trenino Rosso del Bernina, per poi servirsi di altri treni cambiando a Pontresina, Samaden e Coira. Fino a Coira il percorso è effettuato da freni della Ferrovia Retica, per l’ultimo tratto da Coira a Maienfeld bisogna servirsi di un treno delle ferrovie federali svizzere.

L’autogrill di Heidi

Per chi sceglie di raggiungere Maienfeld con la propria automobile, è consigliabile fare tappa anche nell’autogrill tematico dedicato ad Heidi, sito sull’A13, sull’autostrada che attraversa la Svizzera e il passo di San Bernardino. All’esterno ricorda una baita di montagna, al suo interno si trova un ristorante, sculture, negozi di vestiti ed un orologio da dove ogni giorno alla stessa ora esce un pupazzo di Heidi che canta. Bisogna stare molto attenti, perché secondo i pareri di chi c’è stato qui i prezzi delle consumazioni sono tutt’altro che economici, anche se, per chi vuole immergersi nel mondo della celebre pastorella, una tappa è pressoché d’obbligo.

Per maggiori informazioni sul nostro pacchetto Trenino Rosso del Bernina e casa di Heidi, cliccare QUI.

The following two tabs change content below.

Andrea Icardi

Sono Andrea, e le mie principali passioni sono arti marziali, lettura, musica, scrittura, web. Sono diplomato in un Istituto Turistico. Collaborare con questo Blog mi sembra il giusto compromesso tra il mio percorso scolastico e le mie passioni.

Comments are closed.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.