Le meraviglie del Trenino Rosso del Bernina

Meraviglie del Trenino Rosso

 

Se siete alla ricerca di una gita molto affascinante, romantica ed elettrizzante, dovete assolutamente regalarvi una giornata tra le meraviglie del Trenino Rosso, che vi farà fare un salto nel tempo alquanto particolare. A bordo del suggestivo Trenino Rosso, vivrete sulla vostra pelle il cambiamento più veloce delle stagioni, per poi arrivare a Livigno, una magica città tra le vette delle Alpi, arricchita dal suo mercatino nel periodo natalizio.

Le meraviglie del Trenino Rosso: Tirano

Il viaggio inizia a Tirano, capolinea della celebre linea ferroviaria che collega Tirano a Saint Moritz. Il comune della provincia di Sondrio è noto a molti per svariati motivi: per la Ferrovia del Bernina, per la sua fama di punto di incontro sportivo, e per il Santuario della Madonna.

Il Santuario, in particolare, merita molta attenzione: risale al 1505, ed è ancora oggi uno dei maggiori punti di interesse del comune. Nel 1589 un orefice di Ponte in Valtellina, Francesco Guicciardi, realizzò per questa struttura la statua di San Michele che venne posta sulla sommità della cupola. E, piccola curiosità, si narra ancora oggi che quando San Michele è diretto verso la Svizzera, il cielo sarà limpido e sereno per tutto il giorno. Dunque, mi raccomando: occhi ben puntati verso l’alto per assicurarsi che il santo sia diretto verso i monti svizzeri!

Dopo una breve visita, potete dirigervi verso la stazione di Tirano. Qui salirete a bordo dell’illustre trenino rosso che vi porterà nel cuore delle Alpi. Parteciperete ad un viaggio che toccherà paesaggi spettacolari e che per la sua unicità è stato dichiarato patrimonio UNESCO. Toccherete la vetta più alta che un treno abbia mai raggiunto in tutta l’Europa, a ben 2.253 metri di altezza!

E dunque, mettetevi ben comodi: avrete a disposizione 1 ora e mezza per ammirare dal vostro finestrino gli splendidi paesaggi che vi circonderanno.

Le meraviglie del Trenino Rosso: il paesaggio idilliaco

Parco Naturale Alpi SvizzerePartendo da Tirano, il trenino prende il suo via da altitudini ancora piuttosto basse dove campi coltivati da vite e mele faranno capolino proprio di fianco a voi! Vi chiederete come riescano a sopravvivere gli alberi della succosa uva a queste altezze, nelle Alpi che di inverno si coprono di neve. Ed eccovi quindi la risposta: qui il sole scalda la terra coltivata con amore, e riesce a produrre i più deliziosi frutti che possiate assaporare! Sarete quindi accompagnati dai raggi di questo caldo sole che illuminerà i campi di frutta attraversati dai binari del trenino. Ed è così che, tra un campo e l’altro che pian piano, salirete sempre più in alto. Senza nemmeno accorgervene entrerete nel territorio svizzero, attraversando tutte le meraviglie del Trenino Rosso.

Il trenino non attraverserà sempre questi rigogliosi campi: vi sembrerà di essere immessi nel normale montano traffico stradale, poiché ad un certo punto troverete fianco a fianco alle automobili che saliranno le strade di montagna per raggiungere le vette più alte.

Attraverserete ponti particolari, avrete una vista anche un po’ a strapiombo, ma non si preoccupino coloro che soffrono di vertigini: basterà guardare dall’altra parte.

Ad un certo punto, senza che avrete il tempo di accorgervene il paesaggio cambierà completamente: la vegetazione caratterizzata da coltivazioni di frutta e alberi belli verdi, lascerà il posto ad alberi imbiancati. La neve fa il suo ingresso trionfale alle altezze più alte! Ed ecco che i vostri occhi vedranno una delle meraviglie del mondo: ammirerete lo splendore dei grandi laghi presenti sulla tratta del Bernina, in inverno totalmente ghiacciati.

Vi sembrerà di assistere ad uno dei paesaggi che si possono ammirare dai dipinti degli Impressionisti. La natura qui si unisce alla presenza umana in un connubio perfetto: bambini che allegramente pattino, sciano o giocano ad hockey. Davanti a tanti giubbotti colorati e sorrisi di felicità immersi nella neve e nel freddo pungente delle Alpi, non potrete che trovare una immensa pace ed una gioia che paradossalmente scalderà il vostro cuore.

Dopo esservi rigenerati da un panorama senza eguali, il trenino vi porterà in discesa, con destinazione Saint Moritz.

Passerete accanto a città molto conosciute e rientrerete nella società e nella vita di tutti giorni, lasciandovi alle spalle la numero uno tra le meraviglie del Trenino Rosso, la magica natura, per arrivare a godervi con calma la visita della nostra città di destinazione: Livigno.

Le meraviglie del Trenino Rosso: Livigno a Natale

Arrivati nella città vi stupirà ammirare come essa si sviluppi lungo due principali vie che attraversano il paese situato tra vette di monti diversi. Piste da sci dove molti bambini imparano a sfidarsi in uno degli sport più divertenti di sempre. Negozi tra i quali poter trascorrere del tempo a pensare ad acquisti mirati e convenienti. E sopratutto il piccolo, ma caratteristico, mercatino di Natale della città. Alcuni chalet mettono in mostra l’arte artigianale di maestri del mestiere che propongono gioielli, decorazioni, vestiti e dolciumi deliziosi per i vostri palati! Se vi capita l’occasione, non perdetevi la torta amaretto e cioccolato… una bontà che non riuscirete a scordare tanto facilmente!

mercatini-di-natale-livignoPotrete passeggiare per la città immersi in un’atmosfera incantata, dove si vive felicemente. Potrete gustare vin brulé o cioccolata a volontà, ed aspettare il tramonto per godere a pieno la magia del Natale.  Vi stupirete della quantità di lucine e decorazioni natalizie che arricchisce Livigno. Dopo le ore 16.30/17 di pomeriggio, le strade saranno illuminate da alberi colorati e luci festose. Insomma, le meraviglie del Trenino Rosso non mancano neanche qui, e troverete uno scenario magico.

E sarà proprio in quest’atmosfera incantata che questa fantastica giornata lascerà un ricordo romantico impresso nelle vostre menti.

The following two tabs change content below.

Krizia Ribotta Giraudo

Giornalista, blogger e autrice con la passione per il cinema, la lettura e i viaggi. Pubblica articoli dal 2010, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani e americani, con cui continua a collaborare. Autrice di un libro per il sociale, sta per esordire come travel blogger con il suo primo ebook dedicato interamente a consigli, recensioni e confidenze sui viaggi.

Ultimi post di Krizia Ribotta Giraudo (vedi tutti)

Comments are closed.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.