Il Lago d’Idro in Val Sabbia

Lago d'Idro

 

Il Lago d’Idro in Val Sabbia, chiamato anche Eridio, è il più alto dei laghi lombardi (368 m.s.m.) con un’area che misura 11 chilometri quadrati e dalla forma stretta ed allungata. Situato a cavallo tra il Trentino Alto Adige e la Lombardia, è formato dal fiume Chiese, rinomato tra i canoisti per essere lo sbocco della Valle Sabbia famosa per i suoi  ruscelli e torrenti popolati dagli amanti della pesca.

È il più piccolo dei grandi laghi lombardi con una profondità massima di 248 metri ed il bacino che si apre verso nord contornato da montagne e tantissimo verde. Incastonato tra le montagne, conserva suggestivi borghi che adagiano in acqua minuscole spiagge, meta preferita di un turismo dedicato alle famiglie e allo sport. Le sue acque calme al mattino e percorse dal vento nel pomeriggio creano occasioni di divertimento all’aria aperta: dalla canoa alla vela e dal windsurf al kitesurf.

Il Lago d’Idrio: natura per tutti

Oltre ad avere un paesaggio ed una vista mozzafiato tra acqua e cielo, il Lago d’Idrio e la sua valle, sono estremamente importanti e ricchi di biodiversità. Rifugio per molte specie vegetali ed animali, è anche il luogo perfetto per tutti gli appassionati di birdwatching  perchè attrezzato di torrette d’osservazione da cui è possibile osservare rare specie di uccelli che abitano questa piccola oasi tra le montagne come lo Svasso Maggiore, il Germano Reale, l’Airone Cinerino e l’Usignolo di fiume.

Per chi preferisse intraprendere un’escursione lungo il lago con lunghe passeggiate, la Riserva Naturale del Lago d’Idro è la soluzione perfetta.  Situata nel comune di Bondone, sulla riva settentrionale del bacino, una bellissima e lunghissima passeggiata fa da contorno ad uno spettacolo della natura dove i vari elementi si uniscono tra loro in un equilibrio perfetto. Questa escursione, lunga in totale 3650 metri, si sviluppa per la maggior parte su delle comode passerelle in legno ed è accessibile anche con il passeggino per essere accessibile a tutti, grandi e piccini. La prima parte si snoda lungo le rive del lago, per poi spostarsi verso l’entroterra in un itinerario totalmente pianeggiante che lo rende ideale non solo per passeggiate a piedi ma anche anche per gite in bicicletta.

Le occasioni che la natura, nei pressi del Lago d’Idrio, è in grado di regale soddisfano le esigenze di tutti in tutte le stagioni. Le montagne Maniva e Gaver, in inverno, si trasformano in moderne stazioni sciistiche dove le piste si aprono il varco fra bellissime abetaie e tipici paesaggi montani mentre in primavera e in estate, non mancano le occasioni per praticare free climbing e itinerari in mountain bike.

Il Lago d’Idrio tra borghi e storia

Lago d'IdroLe pittoresche viuzze con balconi fioriti, vecchi cortili e case in pietra regalano ai piccoli centri abitati l’impronta tipica della montagna ricca di storia e tesori da scoprire. Tra di esse castelli, fortificazioni, chiese e santuari disegnano un percorso di notevole pregio ricco di bellissimi lavori di intaglio opera della famiglia Pialorsi di Levrange, ma anche l’impronta romanica, grazie alla pieve di Santa Maria ad Undas di Idrio, è presente tra le belle passeggiate che portano al santuario dei Morti di Barbaine di origine trecentesca (a Livemmo di Pertica Alta) ed a quello della Madonna di Visello ad Agnosine.

Nonostante ci sia tanto da vedere ed ammirare, chi conosce queste zone e in particola modo la Valle Sabbia, sa benissimo che il vero fiore all’occhiello del Lago d’Idrio è la famosa Rocca d’Anfo che si erge imponente tra la vegetazione. Portatrice di storia e di mistero, la Rocca d’Anfo fu costruita dalla Repubblica di Venezia, la Serenissima, per poi essere ristrutturata dai francesi durante il periodo napoleonico mentre durante la terza guerra d’indipendenza, i garibaldini la usarono come base militare e di difesa.

Già che si è qui perchè non continuare a farsi meravigliare dagli inaspettati borghi e scorci nascosti? Uno di questi, che merita senz’altro di essere visitato, è Bagolino, un piccolissimo e caratteristico borghetto di villeggiatura dove sembra che tutto e tutti si siano fermati nel tempo. Famoso per il suo carnevale e per il pregiato formaggio Bagoss qui prodotto, Bagolino non potrà mancare all’interno del vostro itinerario per la sua capacità di tenere le tradizioni folkloristiche popolari ancora vive tra la comunità del posto che, tra appartamenti, bed&breakfast e campeggi sul lago, non perderà l’occasione di dimostrarvi la sua calda ospitalità.

Nei dintorni del Lago d’Idrio

La vastità delle attività e dei luoghi che meritano di essere visitati  tra la Valle Sabbia e il Lago di Garda è veramente molto ampia. Tra di essi, per chi decide di passare un po di tempo tra natura, relax e cultura lontano dallo stress cittadino, non possono mancare:

  • La splendida Valvestino che si raggiunge attraverso una panoramica strada da Gargnano attraversando minuscoli borghi per giungere ai fienili di Cima Rest antiche costruzione di impronta mitteleuropea;

  • le piacevoli passeggiate che portano al Lago della Vacca, tra musei a cielo aperto e i resti delle trincee testimoni delle due guerre mondiali nella zona di Capovalle verso il Monte Stintino;

  • la località termale di Vallio Terme con l’acqua della fonte Castello che sgorga in un ambiente montano,una vera oasi di relax e benessere;

  • Lago d'Idro e cannetoi bellissimi canyon e i percorsi attrezzati nella zona di Casto che si estendono oltre le antichissime fucine, una volta impiegate per la lavorazione del ferro;

  • le numerosissime attività sportive adrenaliniche, invernali e non, che si possono praticare nei pressi del Lago come arrampicate, parapendio, motocross e canoa.

Per raggiungere il Lago d’Idrio e i suoi dintorni è necessario spostarsi in auto o in treno. Per chi arrivasse da Brescia, da cui dista circa 60 km,  la statale del Caffaro è la strada più comoda per raggiungere la vostra detinazione; mentre per chi preferisce viaggiare in treno, le fermate più vicine sono quelle di Trento, Desenzano del Garda e, ovviamente, Brescia.

The following two tabs change content below.
Valentina Andrello

Valentina Andrello

Laureata in lingue e culture moderne per il turismo, amante dell'India, della fotografia e della musica in vinile. Solare e determinata ha iniziato a investire la sua ,da sempre, passione per la scrittura di viaggio, nella figura di travel blogger.
Valentina Andrello

Ultimi post di Valentina Andrello (vedi tutti)

Comments are closed.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.