Un piatto di Chisciöi: un must sulle tavole dei tiranesi

Ricetta Chisciöi

 

A Tirano c’è un piatto che non deve mancare per nulla al mondo sulla tavola di un tiranese, almeno durante le occasioni più importanti: Chisciöi, colonna portante della tradizione gastronomica valtellinese, in particolare della zona di Tirano, dove da una decina di anni è nata anche una confraternita per tutelare e promuovere la ricetta originale rispettando la tradizione culinaria.
Sono certa che la frittella bassa e grande come il fondo della padella, vi conquisterà!

I Chisciöi: ecco la ricetta!

I Chisciöi, al singolare Chisciol, è un termine che deriva dal francese “quiche”, anche se non ha niente a che vedere con le tipiche torte salate francesi e sono frittelle di grano saraceno (questo il motivo del loro colore scuro), ripiene di delizioso formaggio Casera DOP. Spesso vengono preparati anche i Chisciölìn, uguali ai Chisciöi, ma di dimensioni più piccole. Nei dintorni di Tirano la denominazione della frittella cambia in pitùtt, per la forma non perfetta e in frìtula, il cui risultato è molto simile al chisciöl.

La ricetta originale è nata quasi certamente in Valtellina nei primi anni del ‘900, quando la produzione di grano saraceno ebbe il suo massimo fiorire, per poi scendere inesorabilmente fino quasi ad essere abbandonata intorno agli anni 1950. Malgrado ciò, il tradizionale chisciöl tiranese non è mai del tutto scomparso dalla tavola.

Questo piatto tiranese è considerato un piatto povero, ma non per questo è meno gustoso di altri! Negli ultimi anni è tornato alla ribalta, grazie alle nonne che avevano gelosamente custodito la ricetta originaria e grazie anche alle sagre popolari, nate proprio con l’intento di celebrare alcuni piatti della tradizione un po’ dimenticati.
Un piatto sano e genuino, da assaggiare ma anche da imparare a preparare.

Come si preparano i Chisciöi? Ecco la ricetta per 4 persone!

Ingredienti:

  • 200 gr di farina nera di grano saraceno;
  • 250 gr di farina bianca;
  • 250 gr di formaggio Casera DOP;
  • un pizzico di bicarbonato;
  • 1 bicchierino di grappa;
  • 20 cl di birra;
  • sale;
  • olio;

Mescolare farina nera di grano saraceno insieme alla farina bianca, un pizzico di sale e il bicarbonato, la birra e la grappa. L’impasto va lavorato a mano fino a quando tutti gli ingredienti non si siano amalgamati. Successivamente, va lasciato riposare per circa un’ora in un luogo fresco e asciutto. Nel frattempo, far scaldare l’olio in una pentola e, una volta caldo, versare l’impasto con un cucchiaio inumidito per formare delle frittelle. Mentre le frittelle cuociono da un lato, adagiare sopra il formaggio Casera DOP tagliato a fettine. Girarle poi sull’altro lato per pochi minuti, per farle diventare croccanti. Quando avranno assunto un colore dorato, saranno pronte!

L’ideale sarebbe servirle calde, su un letto di verza. Ottime sia come piatto unico sia accompagnate da salumi o verdure o come antipasto, soddisfano senza dubbio il gusto di grandi e piccini!A questo punto, se non vi siete solo limitati a leggere la ricetta, ma anche a metterla in pratica, non si può far altro che augurarvi buon appetito!

I Chisciöi: la sagra che li celebra a Parco degli Olmi

ChisciöiLa sagra annuale si svolge come di consueto al Parco degli Olmi di Tirano e quest’anno è stata dal 5 al 7 agosto 2017. Il programma prevede la degustazione del piatto tipico tiranese, accompagnato da formaggio, bresaola e un bicchiere di buon vino Valtellinese. La sagra prevede un fitto programma in cui degustazioni di chisciöi affogati di vino valtellinese sono vivacizzate da musica e balli.

L’evento è gratuito e l’accesso è libero. È sicuramente un’occasione per assaggiare questo tipico piatto valtellinese se non si ha ancora avuto l’occasione di farlo, soprattutto se magari vi trovate da queste parti durante le vacanze estive!

La Confraternita dei Chisciöi e dei vini del tiranese

La tradizione dei Chisciöi è così importante e cara ai tiranesi, tanto che nel 2006 proprio a Tirano è nata la Confraternita del Chisciöl e dei vini del tiranese con lo scopo di tutelare, promuovere, diffondere e valorizzare i chisciöi e la loro variante, ovvero la fritula, i vini del tiranese e tutte le tradizioni tipiche enogastronomiche della provincia di Sondrio. Una Confraternita che si occupa di mantenere vive usanze popolari lunghe millenni, arrivate fino a noi grazie a brave massaie che hanno tramandato il loro sapere.

Il Chisciöl è parte della storia del tiranese e con il vino e altri prodotti locali è una chiara espressione della tradizione culinaria montanara di queste zone.

The following two tabs change content below.

Elisa Midelio

Ventisettenne torinese, cittadina del mondo con la passione smodata per i viaggi e la fotografia. Amo scrivere, i tramonti sul mare, i viaggi in macchina di notte, il venerdì pomeriggio tardi (che vuol dire: quasi quasi parto), la colazione a buffet, le persone più ritardatarie di me che mi fanno credere di essere in anticipo, avere un viaggio in programma ma non dirlo a nessuno. Da circa un anno la scrittura è diventata una cosa seria: il mio blog di viaggi è il mio piccolo grande tesoro !

Comments are closed.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.