LE FERMATE

Treni in servizio sul Trenino Rosso del Bernina

Treni in servizio - Trenino Rosso del Bernina

I treni in servizio sul Trenino Rosso del Bernina sono attivi tutti i giorni e affrontano qualsiasi fattore climatico stagionale. I treni in servizio percorrono la tratta Tirano-Saint Moritz, affrontando dislivelli da record e tutto questo senza l’ausilio della ruota dentata, ma grazie alla semplice adesione.

Fin dal principio, sui treni in servizio del Trenino Rosso del Bernina, che fanno parte della Ferrovia Retica, si è scelto di utilizzare un sistema di locomozione alternativo, la trazione elettrica, grazie anche alla presenza in val Poschiavo di centrali idroelettriche, soprattutto per poter affrontare in maniera agevole il suo tortuoso e ripido percorso che si arrampica su per i monti e fra i boschi.

Nel corso degli anni le caratteristiche dei treni in servizio sono mutate di pari passo con la tecnologia. Infatti i treni utilizzati sono diventati sempre più potenti, hanno migliorato il loro confort a vantaggio dei viaggiatori, e questo ha permesso un incremento nel numero di persone trasportate, riuscendo inoltre a sostenere il fiorente traffico turistico che ne seguì, riuscendo a garantire un servizio attivo tutto l’anno.

I treni in servizio hanno viaggiato tutto l’anno, pur essendo senza cremagliera, sin dal 1913. Nel momento della sua creazione, la linea del Trenino Rosso del Bernina non era stata pensata funzionare lungo tutti i mesi dell’anno, ma ben presto fecero la loro comparsa su questa ferrovia gli spazzaneve a vapore automatico, agganciati direttamente ai treni. Passato alla storia, e unico al mondo nel suo genere, è lo spazzaneve a motore automatico che veniva utilizzato, il cui nome è «Xrot d 9213». Quest’ultimo però funziona ancora oggi e viene impiegato solamente in casi eccezionali quali nevicate copiose o di eventi speciali al solo scopo promozionale.

La prima distinzione da fare per i treni in servizio è quella classica, ovvero fra treni adibiti a trasporto persone e quelli adibiti al trasporto delle merci. I primi sono sicuramente quelli più numerosi ed utilizzati, oltre a presentare una maggiore varietà di utilizzo. I treni in servizio presentano differenti tipi di carrozze, da quella storica alla nuova versione di quelle panoramiche, pur mantenendo la tradizionale suddivisione fra prima e seconda classe.

Treni in servizio carrozza - Trenino Rosso del Bernina

Sul Trenino Rosso del Bernina, la maggior parte dei treni che vengono utilizzati presentano un maggior numero di carrozze di 2° classe Ew III rimodernate, con un numero di posti a sedere che varia fra 46 o 50. Tutte le carrozze ormai sono solamente “non fumatori”, con la presenza di wc a circuito chiuso posizionato ad una delle estremità, oltre a possedere i classici mantici utilizzati per la normale intercomunicazione fra tutte le carrozze passeggeri.
Il tratto estetico che differenzia esternamente le carrozze di prima classe da quelle di seconda è semplicemente una linea gialla posta sopra i finestrini.

Una delle cose che più affascinano e sono più ammirate dai viaggiatori, sono le carrozze panoramiche, sia nella loro versione invernale, caratterizzate dalla loro cupola vetrata, sia nella loro versione estiva, caratterizzate dal fatto di essere scoperte e aperte. Le prime sono moderne carrozze costruite principalmente in 2 serie, a cavallo fra il 1999 e il 2007, e che inizialmente, in alcuni casi, riportavano la scritta “Bernina Express” lungo le sue fiancate; queste riescono ad offrire una vista panoramica di tutto il tragitto che è assolutamente incomparabile, soprattutto grazie ai suoi vetri arrotondati di grandi dimensioni. Le carrozze più apprezzate, però, sono di sicuro quelle estive, grazie al fatto di essere completamente aperte e con un numero di posti a sedere in legno che varia tra 36 e 44. La versione estiva delle carrozze panoramiche sono in grado di offrire ai propri viaggiatori emozioni uniche che solo sono in grado di regalare, ovvero un viaggio incredibile, interamente all’aperto, permettendo così di ammirare e, soprattutto, di respirare i profumi della montagna; questa versione delle carrozze panoramiche vennero costruite a partire dal 1911 e vengono solitamente fatte circolare nei mesi di luglio e agosto, se il tempo è bello e in coda ad alcuni treni in servizio, oltre ad essere anch’esse “non fumatori”, nonostante il fatto che siano aperte. Alcune delle carrozze sono dotate di panche in legno e sono di colore arancione, queste hanno la caratteristica di avere uno schienale orientabile a seconda del senso di marcia del treno.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.